Pas encore inscrit ? Creez un Overblog!

Créer mon blog

Alessandro Abrami

Alessandro Abrami

Ses blogs

alessandroabrami.over-blog.com

alessandroabrami.over-blog.com

Bici d' epoca e non solo
Alessandro Abrami Alessandro Abrami
Articles : 15
Depuis : 02/09/2017

Articles à découvrir

La Taurus Lautal

La Taurus Lautal

La Taurus Lautal, è una bicicletta semplicemente perfetta. La Taurus è di origine Tedesca e venne fondata da Taurus Nurberg nel 1908, il quale prima della guerra spostò la produzione a Milano, utilizzando sempre materiale tedesco. Successivamente l'azienda divenne italiana e continuò a mantenere un livello di qualità molto alto. Le prime Lauta
La Willer canna di fucile

La Willer canna di fucile

Quando ho visto questa Willer, ero un po' perplesso. Era tutta verniciata di verde a bomboletta in modo piuttosto grossolano e sotto la sella era malconcia. Il vecchio proprietario probabilmente colto da un raptus, dopo aver impugnato il flessibile, ha eseguito un bel taglio sotto il tubo che regge la sella. Mi era stato proposto di fare uno scambi
L' Atomica

L' Atomica

Ci sono bici che meritano di essere essere restaurate mantenendo la patina del tempo, ma questa volta non è stato possibile. Ho cercato di togliere lo sporco che si era formato nel corso degli anni, ma il risultato che avrei ottenuto sarebbe stato una brutta bici stile "Arlecchino". Potevo verniciarla di nero, o magari un bel color pastello, ma sa
La Bianchi Zaffiro del '46

La Bianchi Zaffiro del '46

Di Bianchi Zaffiro me ne sono capitate alcune, ma difficilmente ne troverò una bella come questa e ancora oggi mi mangio le mani per averla venduta, ma del resto non posso tenerle tutte. Questa bici è del 1946 nel colore chiaro con filetti rossi, monta i parafanghi in alluminio, usati anche sul modello Icaro. In alluminio è anche il disco del ca
La Taurus 32

La Taurus 32

Come ho già scritto in precedenza, a mio avviso la Taurus è una bici semplicemente perfetta. La qualità dei componenti, non si riscontra in altre biciclette e siccome il marchio è uno dei miei preferiti, mia moglie doveva averne una. Ed ecco la Taurus 32. Quando l'ho presa, era in ottime condizioni e in uno stato "conservato", mancavano solo fr
La Welba

La Welba

Del marchio Welba non ne avevo mai sentito parlare, su internet si trova qualche annuncio, ma della sua storia non c'è traccia. Comunque, quando l'ho vista, ho notato subito che era una bici "ben fatta" e ho deciso di riportarla in vita, anche perché negli ultimi tempi, preferisco rispetto alle solite bianchi, bici anonime che nessuno ha. La bici
La Wander

La Wander

Questa volta non posso parlare di restauro, ma di recupero in quanto questa Wander aveva delle caratteristiche che hanno ispirato la mia creatività, cercando di mantenere sempre lo stile dell'epoca. La Wander nasce all'inizio del secolo grazie a Emilio Garlatti che riparava e vendeva le bici ai bersaglieri, successivamente furono usate anche duran
La bianchi super extra 1950

La bianchi super extra 1950

La bici che vado a presentare purtroppo non è di mia proprietà, ma di un mio amico, che si è appassionato vedendo alcune delle mie. Egli mi raccontava che aveva provato una vecchia Bianchi che nonostante l'età, aveva una pedalata molto fluida che non trovava in altre bici, pertanto ne voleva una anche lui. Così abbiamo cominciato la ricerca di
La Graziella...quella vera

La Graziella...quella vera

Quando si parla di Graziella, si pensa alle vecchie bici che usavano le nonnine e che oggi i ragazzi verniciano a bomboletta togliendo carter e parafanghi, ma se vogliamo parlare della vera Graziella, dobbiamo andare in casa Carnielli. Nel 1909 a Vittorio Veneto (Treviso) nacque Teodoro Carnielli, che diventò presto un bravo artigiano che riparava
La Ganna

La Ganna

Una bici che ho restaurato in passato è stata la Ganna. Luigi Ganna, detto Luison era un giovane muratore che faceva tutti i giorni cento chilometri da Induno Lombardo a Milano in bicicletta. Era bello grosso e molto resistente e partecipò ad alcune gare dilettantistiche che gli permisero di lasciare il lavoro e di fare il ciclista di professione